Impara a parlare inglese con le migliori app gratuite: Arsenal Apps

Impara a parlare inglese con le migliori app gratuite

Puoi diventare fluente in inglese usando solo il tuo smartphone e senza pagare nulla!

Leggi anche:

L'era digitale ha portato con sé innumerevoli funzionalità, inclusa la possibilità di utilizzare un'applicazione per impara a parlare inglese.

Sono disponibili diverse app che possono aiutarti a padroneggiare la lingua inglese. Ognuno con un approccio unico all'apprendimento.

Di seguito esploriamo alcune di queste applicazioni, comprendiamo le loro metodologie e vediamo quale può essere la più adatta alle tue esigenze specifiche.

Duolingo

Duolingo è una delle app più popolari per imparare le lingue, compreso l'inglese. Gratuita, divertente e facile da usare, l'applicazione si distingue per trasformare l'apprendimento delle lingue in un gioco, con sfide e risultati quotidiani che motivano l'utente a continuare ad apprendere.

Inoltre, Duolingo ha un approccio didattico completo, che copre scrittura, lettura, ascolto e conversazione, rendendolo uno strumento completo per coloro che mirano a padroneggiare l'inglese.

Impara a parlare inglese con le migliori app gratuite - immagine

Come già accennato, l'applicazione per imparare a parlare inglese è disponibile gratuitamente, ma offre anche un abbonamento premium, Duolingo Plus, che offre vantaggi aggiuntivi come la rimozione degli annunci, il download delle lezioni per l'utilizzo offline e una speciale modalità pratica.

Verrai reindirizzato al sito ufficiale
Verrai reindirizzato al sito ufficiale

Compatibile con i sistemi operativi iOS e Android, puoi utilizzare Duolingo su smartphone, tablet e persino nel tuo browser Internet, rendendo l'apprendimento delle lingue accessibile sempre e ovunque.

Babbel

Babbel è un’altra app per imparare a parlare inglese che ha guadagnato popolarità negli ultimi anni. Ciò che distingue Babbel da altre app simili è la sua metodologia basata sulla conversazione.

Tuttavia, l'obiettivo dell'applicazione è quello di aiutare gli utenti a diventare fluenti nelle conversazioni quotidiane, attraverso dialoghi interattivi ed esercizi di pronuncia che utilizzano la tecnologia di riconoscimento vocale. Inoltre ogni lezione è seguita brevemente da un ripasso, garantendo così che l'utente conservi le informazioni apprese.

Verrai reindirizzato al sito ufficiale
Verrai reindirizzato al sito ufficiale

Babbel offre il primo modulo di ogni corso gratuitamente, mentre i restanti moduli richiedono un abbonamento. L'abbonamento dà accesso a tutti i corsi e le lingue disponibili sulla piattaforma, il che può essere un vantaggio per chi vuole imparare più di una lingua.

L'app per imparare a parlare inglese è compatibile con iOS e Android, consentendo agli utenti di imparare al proprio ritmo, sia sul proprio smartphone, tablet o computer.

stele di Rosetta

Rosetta Stone è una rinomata applicazione per imparare a parlare inglese e altre lingue, nota per la sua metodologia immersiva. L'idea dell'app è quella di insegnare l'inglese nello stesso modo in cui hai imparato la tua lingua madre da bambino: attraverso l'immersione totale.

L'apprendimento in Rosetta Stone si concentra sull'associazione diretta delle parole inglesi con le immagini, piuttosto che sulla traduzione delle parole tra le lingue. Ciò aiuta l'utente a riflettere sulla lingua che sta imparando, con il risultato di una comprensione più profonda e naturale dell'inglese.

Rosetta Stone offre una versione gratuita dell'app per imparare a parlare inglese con alcune limitazioni, ma per usufruire di tutte le funzionalità avanzate e delle lezioni di lingua sarà necessario un abbonamento. Le opzioni di abbonamento vanno da un abbonamento mensile a un abbonamento a vita, offrendo flessibilità per soddisfare le esigenze dell'utente.

Verrai reindirizzato al sito ufficiale
Verrai reindirizzato al sito ufficiale

Inoltre, l'app per imparare a parlare inglese è disponibile per iOS, Android e desktop, offrendo agli utenti la possibilità di accedere alle proprie lezioni ovunque e in qualsiasi momento.

Memrise

Memrise è un'altra opzione popolare quando si tratta di un'app per imparare a parlare inglese. Tuttavia, ciò che distingue questa applicazione per imparare a parlare inglese è il suo approccio didattico unico, basato su tecniche mnemoniche e di ludicizzazione per aiutare gli utenti ad apprendere e memorizzare nuove parole e frasi in inglese.

Impara a parlare inglese con le migliori app gratuite - immagine 1

L'app per l'apprendimento dell'inglese è ricca di video di madrelingua, test di memoria e ripetizioni distanziate, che incoraggiano gli utenti a imparare l'inglese in modo divertente ed efficace.

La piattaforma offre una versione gratuita con funzionalità limitate, ma per usufruire di tutti i vantaggi di Memrise, comprese lezioni offline, revisioni personalizzate e chatbot per esercitarsi nella conversazione, è necessario abbonarsi al piano Pro.

Verrai reindirizzato al sito ufficiale
Verrai reindirizzato al sito ufficiale

Disponibile per iOS e Android, l'app di lingua inglese Memrise offre agli utenti la possibilità di imparare l'inglese al proprio ritmo, su qualsiasi dispositivo, smartphone, tablet o computer, rendendo l'apprendimento della lingua accessibile sempre e ovunque.

Vale la pena usare un'app per imparare a parlare inglese?

Le app sopra menzionate sono solo alcune delle tante opzioni disponibili sul mercato. E sebbene ognuno abbia i propri metodi e approcci, tutti possono essere efficaci nell’aiutare l’utente a imparare l’inglese.

Tuttavia, è importante ricordare che le applicazioni non dovrebbero mai sostituire la pratica e il contatto con persone che parlano inglese. Pertanto, l'ideale è utilizzare le applicazioni come un modo per integrare i tuoi studi e non come l'unico modo per imparare una nuova lingua.

Leggi anche:
Le migliori app per cambiare il colore degli occhi
Applicazioni per costruire mobili 3D sul tuo cellulare
Applicazione per imparare il Karate a casa: scopri le migliori opzioni

Quindi, se vuoi imparare a parlare inglese o migliorare le tue abilità linguistiche, puoi provare una di queste app gratuite e vedere quale è giusta per te. Con dedizione e pratica, raggiungerai senza dubbio i tuoi obiettivi di padroneggiare la lingua inglese e comunicare fluentemente in ogni situazione.

Conclusione

Imparare a parlare inglese può sembrare una sfida, ma con le app giuste il processo può diventare più semplice e divertente. Tuttavia, sia Duolingo che Babbel offrono un’ampia gamma di risorse per facilitare l’apprendimento delle lingue, mentre Rosetta Stone e Memrise offrono approcci unici all’insegnamento dell’inglese.

In ogni caso, tutte le app menzionate offrono un modo comodo e accessibile per imparare la lingua inglese, insieme a sfide e risultati quotidiani che mantengono gli utenti motivati nel loro processo di apprendimento.

Pertanto, qualunque sia la tua scelta, l'importante è iniziare a praticare e dedicarti all'apprendimento della lingua per raggiungere i tuoi obiettivi e ampliare le tue opportunità personali e professionali.

Autore

Luiz Rafael

Dal 2013, fornendo contenuti informativi completi e responsabili. In ArsenalApps, contribuisco alla creazione di contenuti su app, strumenti e giochi.

Articoli Correlati

App

Scopri le Applicazioni che Pagano la Registrazione!

Le applicazioni che pagano per la registrazione sono un ottimo modo per guadagnare entrate extra in modo pratico e conveniente. Queste app offrono premi per i nuovi utenti e bonus per coloro che li indirizzano, creando...

Continuerai sul nostro sito web

Come scattare una foto in stile GTA con l'intelligenza artificiale

Il trailer di Grand Theft Auto 6 appena pubblicato lo scorso lunedì (2) è diventato un argomento di conversazione popolare. Se anche tu sei emozionato e vuoi una foto in stile GTA, l'intelligenza artificiale può essere...

Continuerai sul nostro sito web

Le migliori app per cambiare il colore degli occhi

Gli occhi sono una delle parti più espressive del nostro viso e possono dire molto di noi. Molti di noi hanno gli occhi dello stesso colore dei nostri genitori o nonni, ma se potessimo...

Continuerai sul nostro sito web